Trofeo regionale Zola 2014
Sabato 22 marzo 2014, si è svolto a Zola Predosa (BO) il trofeo regionale 2014 di kung-fu tradizionale. Numerosissimi i partecipanti e le associazioni. Fra essi, 14 atleti della ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini. Essi partecipavano in varie categorie e specialità, dai pulcini di Mariachiara agli over di Yuri. In totale hanno portato a casa un ben venti medaglie, suddivise in 14 primi posti, tre secondi e tre terzi, oltre ad aver vinto la gara a squadre e il trofeo della migliore associazione.
Le competizioni sono cominciate il sabato pomeriggio con le armi corte, dove partecipavano solamente Simone Sandri nella categoria junior e Andrea Salaroli nella categoria senior. I ragazzi hanno rispettivamente ottenuto un primo e un terzo posto.
Subito dopo è stata la volta delle armi lunghe. Nella categoria cadetti Luca Lanza ha ottenuto il primo posto, seguito dal secondo di Lorenzo Loreti. Nei juniores invece Maddalena Ricci Lucchi si è classificata prima tra le ragazze, mentre tra i ragazzi Simone Sandri è primo, Matteo Broccoli secondo e Niccolò Tonin terzo. I senior hanno lasciato solo un pochino di amaro, con il quarto posto di Andrea Salaroli e il sesto di Antonio Galdi, mentre tra gli over Yuri Obici ha conquistato il primo posto.
A seguire si è succeduta la categoria delle forme a mano nuda, la categoria più numerosa e partecipata. Tra i pulcini Mariachiara Giovannini, sette anni, si è classificata prima. Tra i cadetti anche Nadia Lo Sapio si è classificata prima nel femminile, mentre nel maschile Luca Lanza è salito sul gradino più alto del podio, Lorenzo Loreti è arrivato quarto e Manuel Geminiani sesto. Nella categoria juniores Maddalena Ricci Lucchi si è riconfermata prima tra le ragazze, e trai ragazzi abbiamo il primo posto di Simone Sandri, il secondo di Matteo Broccoli e il terzo di Niccolò Tonin. Tra i senior, dove il livello tecnico era più alto, abbiamo un quarto posto di Andrea Salaroli, seguito a ruota da Antonio Galdi quinto, Caro Inturre sesto e Davide Neri settimo, questi ultimi due alla loro prima competizione dopo appena sei mesi di pratica. Infine tra gli over Yuri Obici si è riconfermato primo, impresa che ha ripetuto sia nella specialità armi doppie ottenendo il terzo oro, sia nel combattimento prestabilito in coppia con Andrea Salaroli, dove hanno ottenuto due ori. Yuri ha così concluso la gara con il suo “en plein” di quattro ori. Tutti i quattordici ragazzi hanno poi conquistato l’ennesimo oro nella gara a squadre.
Considerando che per sette atleti sui quattordici partecipanti della Scuola e Disciplina del kung-fu era la prima competizione in assoluto, e precisamente per Davide, Carlo, Antonio, Matteo, Niccolò, Maddalena e Manuel, i risultati ottenuti dalla squadra di Giovannini sono del tutto eccezionali.
I commenti del maestro a fine gara: “Siamo andati decisamente bene in tutte le categorie, e sono molto contento di tutti, nessuno escluso. Occorre non sedersi sugli allori perché ci sono margini di miglioramento, non tanto per ciò che concerne i risultati, quanto per quello che riguarda le perfomances della squadra, perché i ragazzi hanno le potenzialità per arrivare ad un livello tecnico molto alto ed è mio compito insegnarli come.”
Insomma un 2014 iniziato alla grande per questa scuola, che proprio quest’anno festeggia il decimo anniversario dalla fondazione e che con questi risultati onora più che degnamente questa ricorrenza. E forse a fine ottobre i campionati interregionali si svolgeranno proprio a Imola.
__________________________________________________________________________________
 

 
Open 2012
Sabato 27 e domenica 28 ottobre 2012 si sono svolti a Rimini i campionai Italiani Open di kung-fu. Fra i tanti partecipanti vi erano anche tre allievi della ASD scuola e disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini, che hanno portato a casa sei medaglie su sei gare disputate. Simone Sandri e Iuri Obici hanno ottenuto due primi posti ciascuno, mentre Francesca Venieri ha ottenuto un primo e un secondo posto.
I campionati Italiani Open sono una delle tre più importanti gare nazionali di kung-fu della Fiwuk (Federazione Italiana WUshu Kung-fu), e quindi del CONI. Proprio per questo quest’anno si sono svolti in contemporanea agli Sport Days, la kermesse organizzata dal CONI nazionale, l’evento più importante dell’anno sportivo, che include tutti gli sport.
Probabilmente anche grazie al fatto che erano praticamente in casa (l’anno scorso questi campionati si sono svolti a Torino), i ragazzi erano più riposati e hanno ottenuto questi risultati degni di lode.
I ragazzi della scuola di Sasso Morelli hanno saputo imporsi nelle proprie categorie. Essi gareggiavano tutti negli stili tradizionali. Simone e Iuri hanno conquistato i due ori nella categoria maschile e rispettivamente nelle classi Junior e Over, entrambi nelle discipline a mani nude e con alabarda. Francesca, nella categoria Senior femminile, è salita nel gradino più alto del podio nella specialità mani nude e un argento nella spada.
Questa era la gara d’esordio stagionale per la Scuola di Giovannini, che ha segnato uno splendido inizio di questo anno sportivo, ma non poteva essere da meno perché i ragazzi si sono allenati con impegno anche per tutto il periodo estivo, con l’aiuto del maestro. Questi risultati confermano il periodo di forte crescita di questa Scuola che siamo certi essere ancora in crescita.
Alla fine delle giornate il maestro ha dichiarato: “ero certo che Francesca, Simone e Iuri avrebbero ottenuto questi risultati, per la loro preparazione e determinazione”. Poi ha continuato “il prossimo appuntamento sarebbe la Coppa Italia di dicembre a Catania, ma il condizionale è d’obbligo, perché la nostra associazione è grande e forte nei risultati, ma è ancora piccola dal punto di vista economico e andare a Catania non è come andare a Rimini, soprattutto in questo periodo di ristrettezze”.

__________________________________________________________________________________
 

 
Italiani: Merate 2012
Sabato 19 e domenica 20 maggio 2012, si sono svolti a Merate (LC) i campionati italiani assoluti di kung-fu tradizionale. Numerosissimi i partecipanti e le associazioni. Fra essi, 8 atleti della ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini. Lorenza Righini, Simone Sandri, Christian Emiliani, Daniel Dall’Osso, Lorenzo Dalla Vecchia, Fabio Sarro, Lama Andrea e Obici Iuri, gareggiavano in categorie differenti. Sabato si è svolta la gara a squadre e domenica gli individuali. Nella gara a squadre hanno ottenuto un ottimo secondo posto, un quarto, un quinto e un sesto. Domenica si sono svolti gli individuali e la scuola complessivamente ha ottenuto otto medaglie: due ori, quattro argenti e due bronzi, oltre a due medaglie di legno e cinque quinti posti.
La gara a squadre di sabato non ha riscosso il successo che il maestro avrebbe voluto. Probabilmente dovuta alla tensione creata dal fatto che, a causa di controlli più severi sui certificati medici e di alcuni ricorsi sollevati, la gara è cominciata con due ore e mezza di ritardo, solo Obici è arrivato a medaglia, nonostante le performance dei suoi ragazzi sia piaciuta a Giovannini “seppur con qualche errore”. In questa competizione Iuri è riuscito a salire nel secondo gradino del podio nella categoria mani nude stili del sud, e nella stessa categoria Lama ha ottenuto il quinto posto, seguito dal sesto di Dalla Vecchia. Nella categoria mani nude altri stili Sarro ha ottenuto un quarto posto degno di rispetto, anche se poco gratificante.
Gli individuali di domenica invece sono stati all’altezza delle aspettative. Il livello tecnico era alto e, nonostante quattro degli atleti di Giovannini fossero stati al loro esordio in una competizione nazionale, tutti e otto si sono comportati degnamente, ottenendo risultati meritevoli.
Nella categoria over maschile Iuri Obici ha ottenuto il titolo di campione italiano nelle forme a mano nuda e nei coltelli. Andrea Lama per la categoria seniores maschile per un solo centesimo di scarto non è riuscito nello stesso intento, ed ha ottenuto il titolo di vicecampione nei pugnali. Un altro argento lo ha meritatamente conquistato nelle mani nude stili del sud. Lorenza Righini, al suo esordio in una competizione nazionale, nella categoria senior femminile ha fatto una splendida performance nel bastone, ottenendo anche lei il titolo di vicecampionessa nazionale, e un quinto posto nelle mani nude. Risultati fotocopia anche per Simone Sandri nella categoria junior maschile, il quale ha ottenuto un argento nell’alabarda e un quinto posto nelle mani nude altri stili. Nella stessa categoria gareggiavano altri due esordienti nazionali: Daniel Dall’Osso nelle mani nude stili del sud ha conquistato un ottimo un terzo posto, seguito dal quinto di Christian Emiliani; Daniel ha poi ottenuto anche un bel quarto posto nel bastone. Un altro atleta con più esperienza, Fabio Sarro, che dal 2010 era sempre arrivato a podio in tutte le competizioni, questa volta porta a casa solo medaglie di legno, ottenendo, nella categoria senior maschile, due quarti posti nelle specialità mani nude altri stili e alabarda. Infine, nella stessa categoria, l’altro esordiente nazionale, Lorenzo Dalla Vecchia, ha ottenuto due quinti posti nelle mani nude stili del sud e nel bastone.
I commenti del maestro a fine gara: “Nella gara a squadre siamo stati fortemente penalizzati, poiché non c’è stata la suddivisione per stile, quindi gli arbitri hanno faticato troppo nel differenziare le caratteristiche e forme più sceniche ma meno efficaci hanno ottenuto punteggi maggiori. Mi sono già confrontato con gli arbitri a fine gara, che mi hanno dato ragione, ma ho deciso di non fare contestazioni. Nei prossimi giorni manderò la mia relazione alla Federazione Nazionale, senza polemica, nello spirito di miglioramento continuo. Nel complesso comunque siamo andati bene, si trattava pur sempre dei campionati nazionali, e quattro atleti su otto erano alla loro prima esperienza di questo tipo. Certo da parte nostra i margini di miglioramento ci sono, ma questo è un bene, perché significa che la prossima volta porteremo a casa risultati ancora più belli.”
__________________________________________________________________________________
 

 
Grande Panda kung-fu 2012
Domenica scorsa, 15 aprile 2012, si è svolta a Ferrara una competizione dedicata ai più piccoli, denominata 6° Panda kung-fu & 3° Wushu Heroes. Fra i numerosissimi partecipanti c’erano anche otto piccoli panda kung-fu, bimbi tra i 5 e gli 8 anni, della ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Giovannini che hanno portato a casa ben 7 ori, 1 argento e un bronzo, ma soprattutto si sono divertiti tantissimo.
La gara di Ferrara era divisa in due distinte competizioni, il 6° Panda kung-fu, dedicato a bimbi dai 4 ai 12 anni, e il 3° Wushu Heroes, per i ragazzi dai 13 ai 17 anni. Le categorie di età a cui hanno partecipato i bimbi di Giovannini erano la categoria “gioco panda”, fino a sei anni, in cui gareggiavano Emanuele Scardovi, Lorenzo Martignani e Mariachiara Giovannini, divisi in maschile e femminile, e i “piccoli panda”, sette e otto anni, in cui gareggiavano Alessandro Mazzolani, Francesco Marani, Luca obici, Michele Fiorentini e Sebastiano Oriani.
All’inizio della manifestazione si è svolta la gare del “percorso bianco”, ovvero un percorso in cui i bimbi dovevano affrontare diverse prove: 1) la scimmia scende dall’albero e si sposta nella foresta, 2) il falco penetra nella foresta, 3) la tigre attraversa il mare con un balzo, 4) la gru attraversa il fiume, 5) la mantide afferra la sua preda, 6) il drago vola sopra ne nubi, 7) il serpente esce dalla tana. Mariachiara, che gareggiava per prima, ha ottenuto il primo posto. Emanuele e Lorenzo hanno anch’essi ottenuto un primo posto a pari merito.
Successivamente si è svolta la competizione delle forme tradizionali a mani nude, ove Emanuele, Lorenzo e Mariachiara hanno ottenuto ciascuno un meritato primo posto, e nella categoria dei bimbi un po’ più grandi, Michele è arrivato primo, Luca secondo, Francesco terzo e Alessandro e Sebastiano quarti a pari merito.
È stata una giornata intensa, divertente e ben curata. I bambini si sono divertiti moltissimo, e questo è ciò che importava al maestro e ai genitori più dell’aspetto competitivo.
Grazie a questi risultati ancora una volta la SDK Imola ha dimostrato di avere tutte le carte per essere una squadra vincente, senza trascurare il fondamentale aspetto ludico e formativo che i suoi centri giovanili offrono, in linea con le direttive del CONI.
__________________________________________________________________________________
 

 
Super Scuola ai regionali 2012
Domenica 18 marzo 2012 si sono svolti a Bologna i Campionati regionali di kung-fu, validi per la qualificazione ai campionati italiani. Erano presenti oltre 200 atleti, e fra essi anche undici ragazzi della ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini, che hanno ottenuto un totale di ben 36 medaglie, oltre ogni aspettativa del maestro, e fatto guadagnare alla Scuola il titolo di campione regionale negli stili tradizionali, per il terzo anno consecutivo.
Fabio Sarro e Iuri Obici hanno ottenuto ciascuno 5 ori, Andrea Lama 3 ori e un quarto posto, Simone Sandri 3 ori, la giovanissima Noemi Martini 3 ori, Alessando Bertocchi un oro, un argento e un bronzo, Gabriele Minardi un oro, un argento e un quinto posto, Lorenza Righini un oro e un argento, Lorenzo Dalla Vecchia e Daniel Dall’Osso ciascuno due argenti, Christian Emiliani un bronzo, Simone Franzoni un quarto e un sesto posto.
Con questi risultati tutti gli atleti si sono classificati per i campionati nazionali.
Ottimi in particolare i risultati degli esordienti Righini, Dalla Vecchia, Dall’Osso e Emiliani, quest’ultimo con soli pochi mesi di pratica.
I ragazzi di Imola quest’anno hanno proprio fatto l’en plein, o quasi, e hanno lasciato tutte le altre associazioni delle stesse categorie praticamente a bocca asciutta. È proprio il caso di dire che non c’è stata storia per nessuno, la scuola del maestro Giovannini si è portata via praticamente tutto.
Le gare sono cominciate la mattina presto di domenica, su ben quattro tappeti di gara. I nostri ragazzi, ben istruiti e seguiti dal maestro, non si sono lasciati intimidire e nella lunga attesa fino verso mezzogiorno hanno mantenuto un autocontrollo degno dei migliori atleti.
La prima delle competizioni a cui partecipavano l’ha sostenuta la giovanissima Noemi Martini, 13 anni, al suo esordio nella categoria Juniores, nelle mani nude. Ha subito ottenuto un meritato oro. Si sono poi susseguite le altre categorie a mani nudi ove, Simone Sandri Daniel, Daniel Dall’Osso e Christian Emiliani, sempre nella classe juniores, hanno ottenuto rispettivamente un oro, un argento e un bronzo. Poi si è passati alla classe Seniores dove Lorenza Righini ha ottenuto un oro, Fabio Sarro un oro nella categoria altri stili, mentre nella categoria mani nude sud, si sono classificati rispettivamente Andrea lama primo, Lorenzo Dalla Vecchia secondo, Alessandro Bertocchi terzo, Simone Franzoni quarto e Gabriele Minardi quinto.
Dopo la pausa pranzo sono proseguite le armi corte e anche qui i ragazzi di Imola l’hanno fatta da padroni vincendo solo ori, i junior Noemi e Simone S. nella spada, il senior Fabio e l’over Iuri nella sciabola.
A seguire le armi lunghe, categoria appena un pochino più impegnativa, nella quale la junior Noemi Martini ha ottenuto un oro, e nella stessa categoria, ma maschile, Simone Sandri e Daniel Dall’Osso hanno ottenuto rispettivamente un oro e un argento. Nella classe senior Lorenza Righini ha un argento nel femminile e nel maschile Fabio Sarro è primo con un’ottima performance, Lorenzo Dalla Vecchia, Alessandro Bertocchi e Gabriele Minardi sono secondi a pari merito, Andrea Lama è quarto e Simone Franzoni sesto, mentre tra gli over Iuri Obici è primo. La categoria altre armi ha visto la partecipazione solo di Fabio e Iuri per la scuola di Imola e hanno ottenuto due meritati primi posti nella classe senior e over rispettivamente. Il combattimento prestabilito ha visto ottenere alla copia Lama-Sarro un altro primo posto. Infine nella gara a squadre, Lama, Obici, Minardi e Bertocchi hanno ottenuto un bel primo posto.
Con questi meravigliosi risultati, che hanno fatto guadagnare alla scuola di Giovannini la coppa per Scuola Campione Regionale negli stili tradizionali, tutti gli allievi del maestro si qualificano per i Campionati Italiani che si svolgeranno a Merate (LC) i prossimi 19 e 20 maggio. Certamente ai campionati nazionali la “battaglia” sarà molto più dura, ma il maestro ha già cominciato a preparare i suoi ragazzi per questa nuova e più impegnativa sfida.
__________________________________________________________________________________
 

 
Italiani 2011
Sabato 14 e domenica 15 maggio 2011 si sono svolti a Cagliari i Campionati Italiani 2011 di kung-fu tradizionale. Numerosissime sono state le società e gli atleti partecipanti. Fra di essi anche 9 atleti dalla HSM Technology-Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini.
Nel clima estivo della Sardegna, Sabato 14 si è svolta la gara a squadre: ogni società doveva scegliere 4 atleti che dovevano portare una forma, a scelta fra 4 categorie di gara, ma in unica fascia di età dai 13 ai 50 anni. La classifica era fatta dalla somma dei punteggi dei quattro atleti. La Scuola di Giovannini aveva anche il gravoso ma oltremodo piacevole compito di rappresentare l’Emilia Romagna. Infatti era ammessa un’unica squadra per Regione e la Scuola e Disciplina del kung-fu era l’unica qualificatasi per l’ER.
Gli atleti imolesi Andrea Lama, Fabio Sarro, Iuri Obici e il tredicenne Federico Bettancini portavano la forma “Tigre-Gru” dell’omonimo stile. Purtroppo questo stile è stato un po’ penalizzato dagli arbitri, che lo hanno ammesso senza vergogna, a causa della poca conoscenza dello stile che la stessa rosa arbitrale aveva. Questo ha penalizzato tutte le squadre di due stili, tra cui lo stile Hung-gar, lo stille della tigre e della gru appunto. Al momento non si conosce la classifica delle squadre, certo è che il team di Giovannini, pur essendo arrivata davanti a tutti nel suo stile, non è arrivata sul podio nella classifica generale. Al termine della gara tuttavia, la stessa Federazione ha ammesso la mancanza, ed ha chiesto al Maestro Giovannini un contributo per migliorare i prossimi campionati a squadre. Nonostante i risultati di questa giornata possano sembrare non brillanti globalmente, Giovannini è rimasto comunque molto soddisfatto per due motivi. In primo luogo la sua squadra è arrivata davanti a tutti nello stile. In secondo luogo per la prima volta la Federazione ha ammesso una piccola defaiance e ha chiesto aiuto a chi, evidentemente, ritiene un valido insegnante e conoscitore di queste competizioni.

Domenica 15, nello stesso clima estivo, si sono svolti i campionati individuali, dove la Scuola di Giovannini ha ottenuto eccellenti risultati. Oltre ai 4 atleti che partecipavano nella gara a squadre, hanno gareggiato anche Francesca Venieri, Gabriele Minardi, il tredicenne Simone Sandri, Alessandro Caré e Alessandro Bertocchi.
In totale sono state vinte dai nostri atleti ben 7 medaglie: abbiamo un campione nazionale, tre vicecampioni nazionali e tre terzi posti, oltre ad altri ottimi risultati.
Nella categoria Juniores Mani Nude Sud maschile Federico B. ottiene il titolo di campione nazionale. Francesca V. è vicecampionessa nella categoria Seniores Mani Nude Altri stili femminile. Nella stessa categoria, ma maschile, Iuri O. ottiene il secondo piazzamento, Fabio S. il terzo e Alessandro C. il quarto. Anche nella categoria altre armi abbiamo Iuri secondo e Fabio terzo. Un altro terzo posto è stato ottenuto da Simone Sandri nella categoria Juniores Mani Nude altri stili. Da segnalare nella categoria Senior Mani Nude Sud maschile il quarto posto di Andrea L., seguito dal 6° di Gabriele M. e dal 9° di Alessandro B. Nella categoria Juniores Spada maschile Federico B. ottiene un altro quarto posto e nella categoria armi corte senior femminile Francesca V. si piazza al quinto posto. La categoria armi lunghe senior maschile vede Alessandro B., esordiente, all’ottavo posto e Andrea L. al 15°. Nella stessa categoria, ma nei juniores, Simone S. ottiene il 10° posto. Infine nella categoria Armi corte seniores maschile Gabriele M. ottiene il 16° piazzamento, seguito da Alessandro C.
Secondo il maestro non ci sono state grosse sorprese tra i suoi atleti, anche se un po’ di delusione c’è stata per due quarti posti ottenuti con solo 2 centesimi di punteggio dai terzi. Da segnalare l’ottimo risultato di un esordiente Alessandro Bertocchi, cintura bianca, che ha ottenuto nel bastone l’ottavo posto battendo decine di atleti ben più esperti.
Questi risultati hanno fatto guadagnare alla Scuola del maestro Giovannini il 3° posto nella classifica globale di domenica, che, a detta del maestro stesso, è senza dubbio il miglior risultato di sempre ottenuto per la giovane associazione sportiva dilettantistica da lui fondata poco più di un lustro fa.
Da segnalare che tutti i 9 atleti imolesi hanno potuto partecipare, nonostante le elevate spese, anche grazie al contributo elargito dalla HSM Technology di Gabriele Mangano, cui vanno i ringraziamenti e parte del merito per questo strepitoso risultato ottenuto dal team di Giovannini.
Una nota particolare è che l’aereo che conteneva tutte le medaglie per la manifestazione partiva da Catania ed è stato bloccato da un’eruzione di cenere dell’Etna. Questo ha fatto sì che la Federazione corresse ai ripari stampando dei diplomi a compensare la mancanza di medaglie, che saranno poi spedite a casa successivamente alle società.
__________________________________________________________________________________
 

 
Ancora primi ai regionali 2011
Domenica 3 aprile si sono svolti a Zola Predosa i Campionati Regionali 2011 di kung-fu. Oltre 20 società partecipanti per oltre 200 atleti in totale. Tra questi c'erano anche 12 atleti della HSM Technology-Scuola e Disciplina del kung-fu Imola, guidati e accompagnati dal maestro Davide Giovannini. Gli allievi non hanno deluso il maestro e hanno fatto ottenere alla Scuola il titolo di Campione Regionale 2011 nel settore tradizionale, per la seconda volta consecutiva, mantenendo quindi il titolo già riconquistato l'anno scorso. In totale sono state conquistate 21 medaglie, ben oltre le 16 che Giovannini aveva posto come minimo raggiungibile. Sono stati ottenute 11 medaglie d'oro, 8 d'argento e due di bronzo, oltre ad altri ottimi e meritevoli risultati.
Ogni specialità era divisa in maschile e femminile, e in fasce d'età, cadetti, fino a 12 anni, juniores, dai 13 ai 17 anni, e seniores, dai 18 ai 50 anni. Partendo dall'atleta più piccola del maestro, nella fascia d'età cadetti Martini Noemi ha ottenuto tre ori nelle tre specialità portate, forme a mani nude, spada e bastone. Nella fascia d'età juniores, anche Simone Sandri ha ottenuto 3 ori nelle stesse specialità, mentre Federico Bettancini ha guadagnato tre argenti nella spada e nel bastone e nelle mani nude sud, categoria diversa e più impegnativa. La fascia d'età seniores vedeva impegnati 9 atleti, 8 uomini e una donna. Il genitl sesso era ben rappresentato da Francesca Venieri che è salita nel gradino più alto del podio con le mani nude e con la spada, mentre nei coltelli e nel bastone ha ottenuto rispettivamente un bronzo e un quarto posto. Gli uomini hanno ottenuto i seguenti piazzamenti. Nelle mani nude Obici Iuri primo, Fabio Sarro secondo e Alessandro Caré terzo. Nelle mani nude sud, categoria un pochino più impegnativa, Minardi Gabriele ottiene l'argento, seguito dagli esordienti Alessandro Bertocchi 4°, Michele Galuppi 7° e Simone Franzoni 10°. Nella stessa categoria l'esperto Andrea Lama, ha ottenuto solo l'ottavo posto, ma l'atleta, a detta del maestro, "ha avuto una serie di sfortunate coincidenze, in questa e nelle altre gare". Nelle ermi carte, sciabola e spada, i risultati ottenuti sono: Iuri Obici 1°, Fabio Sarro 2°, Gabriele Minardi 4°, Andrea Lama 5°, Alessandro Caré 7°. Nelle armi lunghe, bastone e alabarda gli atleti hanno ottenuto i seguenti piazzamenti: Iuri Obici 2°, Andrea Lama e Gabriele Minardi quinti a parimerito, Michele Galuppi 6°, Alessandro Bertocchi 8°, Alessandro Caré 9°, Simone Franzoni 11°. Nella categoria dei coltelli Fabio Sarro è 2° e Iuri Obici 4°. Infine nel combattimento prestabilito la coppia Lama-Sarro ottiene l'oro.
Con questi piazzamenti 9 atleti si qualificano per i campionati italiani assoluti, Andrea Lama, Fabio Sarro, Francesca Venieri, Iuri Obici, Gabriele Minardi, Federico Bettancini, Simone Sandri, Alessandro Carè e l'esordiente Alessandro Bertocchi. Noemi Martini si qualifica per la fase nazionale del trofeo giovanile preagonistico (come da regolamento CONI per i cadetti non è previsto il campionato agonistico, ma solo il preagonistico).
I campionati Italiani assoluti si svolgeranno a Cagliari e vedranno impegnata la squadra di Giovannini sabato 14 maggio e domenica 15 maggio tutti gli individuali.
Il maestro ha infine commentato: "Ci sono state delle sorprese che non mi aspettavo, ma sono molto soddisfatto dei risultati fin qui ottenuti. Questi risultati confermano che gli allenamenti preparatori che facciamo, uniti all'impegno dei ragazzi, sono sulla strada giusta per portare a casa la vittoria. Tuttavia - ha continuato - i prossimi campionati nazionali saranno di un livello decisamente più elevato. Non penso saremo ancora in grado di arrivare a podio nella gara a squadre, l'obiettivo rimane arrivarvi vicino. Negli individuali invece ci sono elementi che hanno le potenzialità per arrivare nei gradini più alti del podio."
__________________________________________________________________________________
 

 
Coppa Italia 2010
I migliori atleti di kung-fu d’Italia e d’Europa erano presenti sabato e domenica scorsa ad Acireale (CT) per la Coppa Italia 2010 e la IV Coppa del Mediterraneo, competizioni svoltesi in contemporanea. Oltre 300 atleti di 10 nazionalità europee per quasi un centinaio di società. Fra queste vi era anche la Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del M° Davide Giovannini, con tre atleti. La competizione è stata certamente difficile e il livello tecnico era veramente altissimo. Erano infatti presenti anche atleti medaglia d’oro ai campionati mondiali svoltisi in Cina lo scorso ottobre. Erano presenti anche autorità del mondo del kung-fu provenienti da tutta Europa e una delegazione del CONI nazionale, ad avvalorare l’importanza della gara e l’alto livello tecnico.
La competizione si è svolta intensamente sulle due giornate, con qualche disguido organizzativo cui la Scuola di Sasso è abituata, ma che ogni volta crea tensione ed agitazione negli atleti. Infatti, non essendo stato presente un programma di gara gli atleti hanno dovuto attendere ore prima di gareggiare, dovendosi mantenere pronti e caldi per tutto il tempo. Tuttavia le parole del maestro sono state chiare al riguardo: “Noi non siamo abituati come altre società a questo tipo di stress psico-fisico, e, se volgiamo, siamo anche stati sfortunati perché le nostre competizioni si sono svolte per ultime. Tuttavia la tensione pre gara dovuta all’attesa ha accomunato tantissimi atleti presenti e non si può e non si deve ogni volta incriminare questo aspetto, perlomeno non in maniera propositiva. Infatti ho già presentato alla Federazione alcune proposte migliorative e spetterà loro decidere se considerarle”. Parole degne di lode, soprattutto considerando che i risultati ottenuti non sono certamente da poco.
La gara è stata unica, ma la classifica differente per la Coppa Italia e per Coppa del Mediterraneo. Tuttavia, a causa dei succitati disguidi organizzativi, la gara si è protratta più del previsto e, a causa dell’aereo già prenotato, la Scuola non è potuta rimanere per le premiazioni. Quindi non si conosce ancora la classifica esatta della Coppa Italia, ma solo quella della Coppa del Mediterraneo. Ogni atleta poteva portare un massimo di tre specialità.
I tre ragazzi della Scuola e Disciplina del kung-fu si presentavano in tre categorie differenti. Simone Sandri, il più giovane, classe 1997, ha dimostrato di poter competere a questi alti livelli, avendo anche ampio margine di miglioramento, dovuto alla giovane età. Egli ha ottenuto un decimo posto nella mani nude e un tredicesimo nel bastone. Egli è riuscito comunque a superare atleti più grandi di età (la sua categoria arriva fino a 17 anni) e anche con maggiore esperienza. Fabio Sarro ha ottenuto un sesto posto nelle mani nude ed un ottavo posto sia nella sciabola che nel bastone. Essendo però stato battuto da almeno tre Spagnoli nelle mani nude, probabilmente per la Coppa Italia è arrivato a medaglia, ma questo dato al momento non ci è noto. La competizione di Fabio è stata la più difficile di tutte. Il maestro Davide Giovannini, nella sua categoria, ha sfiorato l’en plein. Ha infatti ottenuto due ori, nelle mani nude e nell’alabarda e un argento nella sciabola dovuti a “errori di tensione pre gara, ma che al mio livello non sono concessi”, come lui stesso ha commentato.
In questo momento quindi alcune parti della classifica, così come la classifica a squadre non sono ancora note alla Scuola, ma i risultati ottenuti sono di certo entusiasmanti e dimostrano come alla Scuola di Giovannini si lavori bene e nella giusta direzione, anche se ancora tanti sono i passi da fare. Il maestro ha poi infatti commentato “Simone e Fabio se non si fossero fatti tradire dall’emozione avrebbero certamente ottenuto risultati migliori, Simone sfiorando il podio e Fabio salendo qualche gradino in più. Siamo però tutti soddisfatti da questa esperienza che ci ha insegnato molto e ci ha permesso di studiare, a freddo, i punti di miglioramento. Grazie a questo penso ci presenteremo alle prossimo competizioni, regionali, nazionali ed internazionali, più preparati. Inoltre la gara, col senno di poi, ci ha divertito molto, facendoci stare a diretto contatto con gli atleti che, per ora, sono i migliori d’Italia e d’Europa. Dico “per ora” perché in un futuro non troppo lontano vorrei far loro, se non scalzare, quantomeno far tremare per quei posti”.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati Italiani 2010
Sabato 24 e domenica 25 aprile si sono svolti a Salerno i Campionati Italiani 2010 serie A di kung fu tradizionale. Per la prima volta il regolamento prevedeva solo due fasce d’età, Juniores, dai 12 ai 17 anni compiuti e Seniores, dai 18 ai 35 compiuti, escludendo in questo modo le categorie cadetti, 8-12 anni e Over 35. Nonostante ciò gli atleti partecipanti erano ben oltre i 200. Fra essi vi erano 7 atleti della Scuola e Disciplina del kung fu accompagnati dal maestro Davide Giovannini. Questi campionati nazionali erano intitolati alla memoria di Dario Ambra uno dei più bravi maestri di kung fu d’Italia, appartenente alla società di Salerno, il quale è prematuramente scomparso qualche anno fa.
Sabato 24 si è svolta la gara a squadre. Potevano partecipare un massimo di due società per regione e la Scuola del M° Giovannini era l’unica società ad avere diritto a rappresentare l’Emilia Romagna in questa competizione. La gara si è svolta con un format tutto nuovo inaugurato quest’anno: erano ammessi solo quattro atleti per ogni squadra, i quali si sfidavano nelle sole forme a mani nude, suddivisi in diverse categorie. La sommatoria dei 4 punteggi dava la classifica finale. Le prime 10 squadre classificate accederanno di diritto ai campionati nazionali del 2011.
Il livello tecnico quest’anno era davvero molto alto, a conferma di ciò il sabato sera hanno fatto la dimostrazione i componenti della nazionale di wu shu moderno, vincitori agli ultimi campionati europei. Era inoltre presente il Gran Maestro Guan Tieyun, che ha ricevuto dal governo l'onore di essere annoverato fra i "Cento eroi del Kungfu Cinese".
Nella gara a squadre per la Scuola di Giovannini partecipavano solo atleti della fascia d’età Senior. La coppia Andrea Lama - Fabio Sarro ha ottenuto il 1° posto nel combattimento prestabilito. Fabio ha poi ottenuto il secondo posto nella categoria “altri stili” seguito dal quarto di Iuri Obici. Nella categoria di fascia A Francesca Venieri ha ottenuto il quarto posto nel femminile e Andrea l’ottavo posto nel maschile. Nonostante questi ottimi risultati la Scuola è stata penalizzata dal fatto che il punteggio arbitrale della categoria “altri stili”, la prima ad esibirsi, è stato basso per tutta la categoria, dato confermato dagli arbitri stessi alla fine della competizione, ma senza possibilità di revoca della classifica. Nonostante ciò la Scuola del M° Giovannini è risultata decima nella classifica assoluta, l’unica valida per l’attribuzione dei punti, ma prima classificata nelle categoria non ufficiale degli stili del Sud della Cina.
Grazie ai risultati ottenuti si è guadagnata fin da subito anche la convocazione ai nazionali del 2011, confermando il trend di crescita e la partecipazione costante ed assidua ai campionati italiani. Tuttavia il M° Giovannini, pur contento per le tre medaglie e per gli altri piazzamenti, si è ripromesso per il prossimo anno di ottenere ben migliori risultati. Finora ogni sua ripromessa è stata centrata.
Domenica 25 si sono svolte le gare individuali. Anche in questa competizione il livello tecnico era molto alto e gareggiavano atleti della nazionali italiana. Agli individuali si potevano portare un massimo due forme a testa, a mano nuda, con arma corta o con arma lunga. I Juniores Federico Bettancini e Simone Sandri hanno ottenuto nelle categorie bastone e mani nude di fascia A, rispettivamente due sesti posti, e un settimo e un ottavo posto. Nelle stesse categorie, ma nella fascia d’età Senior, Gabriele Minardi ha ottenuto il settimo e il tredicesimo posto. Anche gli altri quattro atleti della Scuola gareggiavano nella fascia d’età Senior. Nella categoria altre armi Fabio Sarro ha ottenuto il terzo posto, al pari di Iuri Obici che però non ha ottenuto la medaglia a causa della classifica avulsa. Nella categoria armi corte Andrea Lama ha ottenuto un ottavo posto e Iuri Obici un dodicesimo. Nella categoria armi lunghe Andrea ha ottenuto il terzo miglior punteggio, ma a causa della classifica avulsa non ha ottenuto la medaglia. Nella stessa categoria Fabio ha ottenuto il quinto posto. Nel femminile Francesca Venieri ha ottenuto il 6° posto.
Tante le “medaglie di legno” ottenute, ma comunque ottimi risultati. Ancor più incoraggianti se si pensa che i dodicenni Federico e Simone gareggiavano contro i diciassettenni, atleticamente più performanti, e che, insieme ad Andrea e Gabriele, erano alla loro prima partecipazione ai campionai Italiani. Anche Francesca era al suo primo anno nella categoria Senior, avendo gli altri anni partecipato nei Junior.
Da sottolineare che non sono mancate le diatribe sulle valutazioni arbitrali a causa del nuovo regolamento che ha visto categorie nuove difficili da interpretare, ed evidentemente una non sufficiente preparazione arbitrale. Infatti più di un reclamo è stato presentato e vinto e moltissime sono state le penalità attribuite agli atleti per la non conformità con il nuovo regolamento (ma nessuna agli atleti di Giovannini!). Alla riprova delle difficoltà di comprensione, alla fine delle competizioni sono state proposte delle variazioni al regolamento per renderlo più snello.
Anche l’organizzazione non è stata delle più eccelse, alcuni atleti della Scuola hanno dovuto portare le due forme praticamente una di seguito all’altra senza possibilità di recupero.
Nonostante queste difficoltà per il regolamento e l’organizzazione, il maestro Giovannini ci tiene a sottolineare che non attribuisce neanche in minima parte quelli che lui considera “risultati migliorabili” (comunque ben quattro medaglie ai campionati italiani!) a questi fattori, poiché erano gli stessi per tutti.
__________________________________________________________________________________
 

 
La Scuola prima ai regionali 2010
Ai campionati regionali 2010 che si sono svolti sabato 27 e domenica 28 marzo a Zola Predosa (BO), e validi per la qualifica ai campionati nazionali, non c’è stato molto spazio per gli avversari nelle discipline del taolu tradizionale. La Scuola e Disciplina del kung fu del M° Giovannini ha fatto man bassa in ogni specialità in cui si è presentata ed è riuscita a conquistare ben 28 medaglie con i suoi 12 atleti partecipanti. È stato quasi un En Plein. Nonostante il nuovo regolamento impensierisse un pochino il M° prima della competizione, la sua Scuola era comunque ben preparata, sia tatticamente che tecnicamente e tutti gli atleti hanno contribuito a portare onore e merito alla Scuola con la loro bravura e preparazione.
Ogni atleta si presentava in più di una disciplina. La portabandiera del gruppo che il maestro aveva scelta era la giovanissima Noemi Martini, 10 anni, che nella categoria cadetti ha conquistato un oro e un bronzo. Nella categoria Juniores i tredicenni Federico Bettaccini e Simone Sandri hanno conquistato rispettivamente un oro e un argento Federico e un argento e un bronzo Simone. Tutti gli altri atleti gareggiavano nella categoria Seniores. Il “genitl sesso” della Scuola era rappresentato dalle sorelle Venieri Elena e Francesca, dimostratesi grintose e tenaci, conquistando rispettivamente un oro, un argento, due bronzi e un sesto posto Elena e tre argenti e un bronzo Francesca. Anche gli uomini non hanno deluso le aspettative dimostrando forza e carattere. Sarro Fabio ha ottenuto un oro, due argenti e due quarti posti. Iuri Obici ha conquistato un argento, due bronzi e due quarti posti, questi ultimi a pari merito con Fabio. Andrea Lama ha ottenuto tre bronzi, in tre specialità più difficoltose. Andrea Salaroli, pur infortunato, ha ottenuto un argento e un nono posto e a causa dell’infortunio non ha potuto gareggiare in altre due specialità. Anche due atleti alla loro prima esperienza agonistica hanno fatto una gran bella figura davanti al maestro ottenendo risultati degni di rispetto. Gabriele Minardi ha ottenuto un sesto e un ottavo posto. Alessandro Caré, pur praticando da meno di un anno, ha ottenuto un settimo e un undicesimo posto.
La Scuola del M° Giovannini con questi risultati ha ovviamente ottenuto il titolo e la coppa di Scuola Campione regionale Emilia Romagna 2010 nel taolu tradizionale, riconquistando il titolo che aveva già nel 2008 e che aveva perso per un soffio nel 2009. Quest’anno il M° aveva deciso di riprendersi il titolo con un’azione di forza, di tecnica e di tattica. Obiettivo raggiunto.
La Scuola e Disciplina del kung fu è dal 2005 che ottiene sempre un podio ai campionati regionali e anche con la vittoria di quest’anno dimostra di avere il livello tecnico-tattico più alto nella regione Emilia Romagna nelle discipline del taolu tradizionale.
Con questi risultati tutti gli atleti, o quasi si sono guadagnati la qualificazione ai campionati nazionali che si svolgeranno a Salerno i prossimi 24 e 25 aprile. Al momento sono incerte solo un paio di persone che però il maestro spera di riuscire a portare lo stesso. Il Maestro Giovannini, pur contento degli splenditi risultati ottenuti, non si siederà sugli allori neanche per un giorno e inizierà immediatamente gli allenamenti intensivi per la preparazione ai nazionali, che si aspetta siano di un livello tecnico più alto rispetto ai regionali.
__________________________________________________________________________________
 

 
Coppa Italia 2009
Ottimo esordio stagionale per la Scuola e Disciplina del kung-fu di Sasso del M° Davide Giovannini che ha debuttato subito con una gara di alto livello come la Coppa Italia, gara a squadre di livello nazionale. La gara si è svolta il 7 e 8 Novembre 2009 a Marina di Carrara (MC), la cittadina famosa per i suoi marmi che questa volta si è fatta conoscere nel panorama delle arti marziali.
L’evento era di particolare risalto anche perché inserito all’interno di una manifestazione internazionale, chiamata Maratona Marziale cha ha ospitato da tutto il mondo oltre 5.000 artisti marziali che hanno dato vita a quello che ormai è considerato il più grande appuntamento di arti marziali amatoriale al mondo: 20.000 mq di superficie coperta a disposizione, 30 aree, 78 nazioni presenti dai 5 continenti e migliaia di atleti che continuano ad aumentare entusiasti anno dopo anno. Una vera kermesse di competizioni, dimostrazioni, stages, spettacoli, oscar, stands, e molto altro ancora, un happening incredibile con un’atmosfera unica che è un mix di adrenalina, amicizia, calore, divertimento, sorpresa, animazione, rispetto e stupore. Insomma qualcosa di magico che si rinnova negli anni per festeggiare la grande passione per le Nobili Arti Guerriere, al grido di “Passion lives here” il motto che ha accompagnato l’evento di quest’anno.
La gara aveva un regolamento molto diverso dai Campionati Italiani, ai quali la Scuola del M° Giovannini è uscita con tre campioni nazionali. Si aggiunga che su sei atleti della Scuola che dovevano partecipare, solo in tre alla fine vi hanno preso parte. Dei tre rinunciatari due hanno dovuto dare forfait per un calo di forma presentatosi la settimana precedente la gara ed uno per l’influenza arrivata il giorno prima della stessa. Proprio questi motivi, il diverso regolamento e il ridotto numero di atleti partecipanti, hanno fatto pensare al M° Giovannini ad una partenza tutta in salita. Invece, come le ultime volte, le scelte del maestro si sono dimostrate vincenti.
Andrea Lama, Elena Venieri e Francesca Venieri si presentavano in 3 differenti categorie, rispettivamente seniores maschile, seniores femminile e juniores femminile. Nelle discipline a mani nude, bastone e spada Andrea ha ottenuto rispettivamente il terzo, il secondo e il primo posto. Elena, al suo esordio agonistico, ha ottenuto nelle stesse categorie due secondi posti e il primo posto nella spada. Francesca ha ottenuto il secondo posto nella disciplina mani nude e il gradino più alto del podio nella spada. Insomma, tre primi posti, quattro secondi e un terzo per i tre atleti imolesi ad una gara di valenza nazionale, e considerando che Elena non aveva mai fatto alcun tipo di competizione, sono certamente un risultato formidabile per la Scuola che si allena a Sasso Morelli. Si può certamente dire che i risultati conquistati ai campionati Italiani sono stati non solo difesi, ma persino migliorati.
Purtroppo la Scuola per una concomitanza di impegni non è potuta rimanere per le competizioni della domenica. Questo fatto, unito al ridotto numero di atleti della Scuola che hanno partecipato, seppur con risultati strepitosi, fanno pensare a Giovannini che dovrà rimandare ai prossimi anni la conquista della Coppa Italia. Tuttavia al momento non sono ancora stati resi noti i risultati della classifica a squadre, e occorrerà attendere qualche giorno per sapere la classifica esatta della Scuola e Disciplina del kung-fu a questa competizione nazionale. Di certo ancora una volta si è distinta tra le migliori del circuito italiano negli stili tradizionali.

Nella foto da sinistra: Andrea Lama, Francesca Venieri, il M° Davide Giovannini ed Elena Venieri.
__________________________________________________________________________________
 

 
`Sulle orme di Bruce Lee
Tre imolesi si sono laureati campioni italiani
Sabato 25 e domenica 26 aprile si sono svolti a Chieti gli Italiani di kung-fu tradizionale.
Vi erano 37 società partecipanti per un totale di quasi 200 atleti provenienti da tutta Italia. Fra loro vi erano anche gli atleti della Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Giovannini. Nei giorni precedenti la gara le aspettative erano alte, ma mai ci si sarebbe aspettati di avere così buoni risultati.
Ora, infatti, la scuola imolese può vantare ben tre campioni italiani di specialità, un vicecampione ed altri ottimi piazzamenti.
Questi i risultati. Francesca Venieri, Anna Suzzi e Iuri Obici, sono i più bravi d’Italia rispettivamente nelle specialità mani nude b junior femminile, mani nude b senior femminile e armi doppie e snodate. Stefano Maccaferri ottiene il 2° posto nella categoria mani nude b senior maschile, seguito dal 3° di Obici e dal 5° di Fabio Sarro. Ottimi risultati anche nel combattimento prestabilito in cui la coppia Giovannini Davide-Salaroli Andrea ottiene il 4° posto. Nelle categorie con armi corte Suzzi e Sarro ottengono entrambi il 7° posto rispettivamente nelle categorie femminile e maschile. Infine nelle categorie acrobatiche Giovannini ottiene il 5° posto nelle armi corte e il 6° nelle mani nude, seguito dal 7° di Salaroli.
Questi risultati risultano ancora più sorprendenti se si pensa che per Maccaferri era la seconda competizione assoluta e per la Suzzi e Obici la terza. Gli ottimi piazzamenti hanno fatto sì che la Scuola del maestro Giovannini si classificasse al 6° posto assoluto.
In verità un po’ di rammarico rimane per l’interpretazione arbitrale del nuovo regolamento. Se, infatti, le regole fossero state rispettate la Scuola avrebbe ottenuto il 3° posto. Solo 8 punti la dividevano dal bronzo. In particolare nelle discipline acrobatiche c’è stata un po’ di confusione, tanto che l’applicazione del regolamento avrebbe portato gli atleti imolesi al 1° e 2° posto anziché al 6° e 7°. Questo fatto è stato confermato, oltre che dal maestro Giovannini, anche da diversi altri maestri di fama nazionale e internazionale. Tutto ciò dovrà venire discusso nei prossimi mesi in Federazione, ma la squadra imolese, con grande fair play, ha accettato il 6° posto senza reclami eclatanti dicendosi disponibile al confronto. In ogni caso il piazzamento ottenuto vale già il biglietto di qualificazione agli Italiani del 2010.
Questi risultati, che sono il miglior risultato di sempre della giovane Scuola e Disciplina del kung-fu Imola fondata dal maestro Giovannini appena 5 anni fa, fanno sperare anche in qualcosa di meglio per il prossimo anno.

da "il Nuovo Diario Messaggero" del 30/04/2009.

__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2009
Ben 198 erano i partecipanti ai campionati regionali di kung-fu svoltisi a Zola Predosa (BO) sabato 21 e domenica 22 marzo scorsi. Fra di essi 9 atleti della Scuola e Disciplina del kung-fu del M° Davide Giovannini. La loro gara partiva in salita perché dovevano difendere il titolo di campioni regionali conquistato l’anno scorso. Inoltre poco più di un mese fa il regolamento federale è stato completamente modificato, per non dire stravolto, accorpando classi di età e categorie di gara. Questo ha penalizzato fortemente la Scuola e Disciplina che ha dovuto cambiare strategia all’ultimo, facendo più una gara tattica che non di forza. Se si aggiunge il fatto che tre degli allievi più avanzati non hanno potuto partecipare per motivi personali, uno dei quali infortunato 5 giorni prima della gara, si comprende che la Scuola è stata colta da una serie eventi assolutamente sfortunati, ma si sa che anche questo fa parte del gioco. Nonostante tutto ciò la Scuola del M° Giovannini si è classificata al 2° posto, di pochissimo dietro alla 1° squadra classificata, dimostrando che comunque alla fine conta più l’abilità, in particolare quella dei suoi ottimi allievi. La “sconfitta”, se così vogliamo chiamarla, anche se, a detta del M°, considerando tutto è una vittoria a tutti gli effetti, è resa più dolce perché la squadra di Bologna classificata al 1° posto è comunque quella del maestro di Giovannini.
La Scuola e Disciplina del kung-fu ha ottenuto sei medaglie d’oro, quattro d’argento e due di bronzo. In particolare i bravissimi allievi nelle diverse discipline di gara hanno conquistato i seguenti risultati: Anna Suzzi un oro e due argenti; Andrea Salaroli un oro, un quarto posto, un quinto e un nono; Francesca Venieri un argento e due bronzi; Michela Zaccarini due quarti posti; Fabio Sarro un quarto posto e due quinti; Iuri Obici un quarto, un sesto, un settimo e un ottavo posto; Matteo Baldini due noni posti; Stefano Maccaferri un sesto e un settimo posto (vedi i risultati individuali). Quattro ori e un argento sono stati conquistati anche dal maestro che però tiene a sottolineare la bravura dei suoi allievi. Considerando anche che Stefano e Michela erano esordienti, riteniamo fondata la sfida lanciata da Giovannini al suo maestro per la riconquista del trofeo per il prossimo anno. Prima però bisogna concentrarsi sui prossimi campionati nazionali, che si svolgeranno a Chieti il prossimo 25 Aprile, e il cui livello sarà decisamente più alto. La Scuola e Disciplina del kung-fu Imola però ha tutte le potenzialità per farsi notare anche a livello italiano. Non ci resta che augurargli un grosso in bocca la lupo!

__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2008
04/03/2008 - Sabato e domenica scorsi si sono svolti a Zola Predosa i campionati regionali Emilia Romagna 2008 di kung-fu wu-shu. Vi erano oltre 30 società partecipanti e gareggiavano più di 200 atleti. Fra questi c’erano anche 8 atleti della società sportiva Scuola e Disciplina del kung-fu di Imola del M° Gio vannini, che, ricordiamo, si allena a Sasso Morelli. Le gare di sabato sano state caratterizzate da una tensione elevata, poiché quest’anno il livello tecnico era alto, dovuto anche alla presenza di atleti della squadra nazionale. Le competizioni erano divise per età, tipologia e naturalmente separate tra maschile e femminile. Nel femminile Suzzi Anna era il portabandiera della società, gareggiando nella categoria seniores. Anna ha guadagnato il gradino più alto del podio sia nel bastone che nelle competizioni a mani nude. Per il maschile, nella categoria juniores Baldini Matteo ha ottenuto un 1° posto nel bastone e il 2° nelle mani nude. Nella categoria seniores, nelle forme a mani nude si sono classificati 1° Marani Marco, 2° Sarro Fabio, 3° Andrea Lama, 4° Obici Iuri e 7° Salaroli Andrea. Ne lla sciabola Marani 4° e Giovannini 2° dietro solo al campione nazionale. Nella spada Lama 4°, Sarro 5° e Salaroli 6°. Nel bastone Marani 2°, anch’esso dietro solo ad uno dei campioni nazionali, Sarro 3°, Lama 4° e Salaroli 5 °. Nelle armi doppie e snodate Giovannini 1° e Marani 2°. Nel combattimento presta bilito la coppia Marani-Giovannini si è aggiudicata il 3° posto con un arbitraggio più che discutibile. A parer di molti avrebbero meritato il 1° posto.
Comunque grazie a tutte queste vittorie e a un gioco di squadra eccezionale la società del M° Giovanni ni è stata nominata campione regionale a pieno diritto. Da notare la crescita esponenziale che ha avuto la società: tre anni fa è arrivata 3°, due anni fa si è classificata al 2° posto, l’anno scorso prima a pari merito, e ques t’anno ha conquistato un indiscusso primo posto staccando tutti di diversi punti.
Grazie a questi strepitosi risultati tutti gli atleti si qualificano per la fase nazionale che si terrà a Catania i prossimi 26 e 27 aprile.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2007
Kung-fu: Imola prima in regione.
Come al solito sono partiti molto carichi. Con il passare del tempo però durante il viaggio la tensione cominciava a farsi sentire. Il maestro continuava a dire di avere fiducia, poiché sapeva benissimo che loro ce l’avrebbero fatta. I ragazzi invece erano un po’ tesi e dubitavano di loro stessi. Prima della gara il maestro si era informato sulla data dei campionati nazionali e aveva detto ai ragazzi di non prendere impegni. Tra un gesto scaramantico e una battuta qualcuno continuava ad essere dubbioso. Invece il maestro ha persino scommesso una pizza con un allievo che proprio quell’allievo avrebbe portato a casa almeno tre medaglie. Le cose sono andate un po’ diversamente, sono andate molto meglio di come persino il maestro si aspettava.
Ai campionati regionali Emilia Romagna 2007, che si sono svolti a S. Agata Bolognese sabato 10 e domenica 11 marzo, partecipavano più di un centinaio di persone, di una ventina di società. Tra queste c’era anche la Scuola e Disciplina del kung-fu di Sasso Morelli, Imola. La scuola in totale ha portato a casa ben 15 medaglie, vincendo praticamente in ogni categoria a cui ha partecipato. Persino il M° Giovannini ha portato a casa tre medaglie nelle tre gare della sua categoria.
Nelle forme a mani nude Venieri Francesca si è classificata 1° nella categoria junior, mentre nella categoria senior Riporesi Benedetta è arrivata 2°. Per gli uomini nella categoria senior 1° e 2° posto rispettivamente per Marani Marco e Lama Andrea. Per le armi corte Benedetta è salita sul gradino più alto del podio nella spada, così come Marco nella sciabola, mentre Andrea è 3° nella spada. Nelle armi lunghe Benedetta è 1°, Francesca 2° nelle rispettive categorie di età, mentre Marco e Andrea sono 2° e 3°. Nelle armi snodate Marco è ancora primo. Infine nel combattimento prestabilito la coppia Marani-Giovannini porta a casa il 1° posto con un enorme divario dal secondo.
Al momento della premiazione delle società c’era grande trepidazione. Hanno annunciato che il primo posto era assegnato alla scuola di Modena, e alla scuola di Imola era assegnato il 2° posto perché 2 competizioni, le armi snodate e il combattimento prestabilito, erano considerate dimostrative e quindi non a punti. La scuola di Modena, che aveva vinto gli ultimi 6 anni ha dimostrato un grandissimo fair play. Infatti c’era stata grande competizione agonistica tra le due scuole, offendo uno spettacolo senza pari. Pertanto, contenta per il testa a testa che c’era stato, Modena in accordo con il capo giudice, ha ceduto il primo posto alla Scuola e Disciplina del kung-fu di Sasso Morelli del maestro Giovannini. Una chiara dimostrazione che lo sport non è solo un’attività ma anche un insegnamento di vita.
Alla fine quindi la Scuola e Disciplina del kung-fu è tornata a casa con un risultato inaspettato: è la migliore dell’Emilia Romagna per il 2007 nelle forme tradizionali. Grande soddisfazione per il M° Giovannini per i risultati ottenuti dalla Scuola, ma soprattutto perché i ragazzi hanno dato il meglio di loro e sono tornati a casa contenti e fiduciosi. E in più ha vinto una pizza!
Inutile dire che con questi risultati sono tutti classificati per la fase nazionale che si svolgerà ad Avellino i prossimi 9 e 10 giugno. Chissà che non torni a casa tra le migliori d’Italia, noi di certo ce lo auguriamo.

Nella foto: al centro il maestro Davide Giovannini, alla sua sinistra Riporesi Benedetta e Venieri Francesca e alla sua destra Marani Marco e Lama Andrea.
__________________________________________________________________________________
 

 
1° Open d'Italia 2006
Kung-fu: super «Scuola» a Monza
11/06/2006. Sabato e domenica si è svolto a Monza il «1° Open d’Italia di kung-fu». Oltre 300 atleti, più di un centinaio di società sportive di tutta Italia e di diverse nazioni europee hanno partecipato a varie discipline. Vi erano anche alcuni atleti della Nazionale Italiana. Fra essi anche tre atleti della «Scuola e Disciplina del kung-fu Imola». Le gare erano principalmente divise in due livelli: «forme semplici» e «forme avanzate».
Per due atleti della Scuola, Marco Marani e Andrea Lama, si trattava dell’esordio in competizioni di federazione, naturalmente nella categoria «forme semplici». Nella categoria «mani nude» Marani ha conquistato il gradino più alto del podio, e Lama a seguire in 3ª posizione. Nella categoria «bastone», Marani è arrivato 2° e Lama 4°, e nella categoria «armi corte» Marani ha ottenuto un buon 8° posto. Il livello delle «forme avanzate» era più alto, con la partecipazione di alcuni atleti azzurri. Tra i partecipanti vi era anche Davide Giovannini della Scuola di Imola, che ha conseguito il 2° posto nella categoria «mani nude», il 6° nella categoria «sciabola» e il 7° nella categoria «bastone». Nel complesso il maestro Giovannini può essere decisamente contento di questi ottimi risultati per la sua Scuola che si allena a Sasso Morelli, e che dimostra la grande crescita che sta avendo.
Considerando che altri due atleti della Scuola non hanno potuto partecipare per problemi dell’ultimo minuto, ci rimane il dubbio di quali prestigio avrebbe maggiormente raggiunto la Scuola grazie anche la loro partecipazione. Il prossimo appuntamento sarà coi Regionali che si svolgeranno a Zola Predosa i prossimi 25 e 26 marzo, validi per la qualificazione ai Campionati Nazionali.

Al centro Giovannini, alla sua destra Marani, alla sua sinistra Lama.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati Italiani 2006
Diario di bordo dei Nazionali.
Il ritrovo per sabato 6 maggio era la mattina presto, la destinazione Torino. Nessuno in ritardo, si parte. Così Francesca, Benedetta, Marco e Davide sono partiti da Imola per partecipare a Campionati Nazionali 2006 di kung-fu tradizionale. Dopo un viaggio di 4 ore, arrivati al palazzetto, una veloce occhiata al programma e subito a cambiarsi per le competizioni, svoltesi dopo poco. Sabato vi erano solo due tipologie di competizioni. Marco Marani ha subito guadagnato il 10° posto nelle armi snodate. Poi più tardi la coppia Marani-Giovannini Davide ha conquistato il 7° posto nel combattimento prestabilito.
La sera una pizza e a letto presto per essere in forma per le impegnative competizioni del giorno dopo.
La mattina di domenica 7 il controllo degli atleti era alle 8.30 e i ragazzi erano puntuali al palazzetto. Le gare però questa volta non sono partite subito, mentre la tensione cresceva ad ogni minuto di ritardo. Ha cominciato la giovanissima Francesca Venieri, nella categoria mani nude, classe speranze ed ha subito conquistato il 5° posto. Poi più tardi si è cimentata anche nel bastone conquistando l’8°. Benedetta Riporesi ha cominciato poco più tardi di Francesca nella classe senior e durante tutta la giornata si è classificata 4° nella spada, 6° nel bastone e 8° nelle mani nude. Più o meno contemporaneamente sempre nella categoria senior ha gareggiato Marco, che ha subito conquistato un eccellente 3° posto nelle mani nude, poi due molto buoni 5° posto nel bastone ed 8° posto nella sciabola. Solo più tardi Davide, anch’egli categoria senior, ha guadagnato un ottimo 4° nel bastone e 6° nella sciabola.
Da segnalare che le gare dalla mattina presto si sono protratte tutto il giorno fino alle 16, e i 4 ragazzi della Scuola e Disciplina del kung-fu Imola, dopo un’abbondante colazione non hanno più potuto toccare niente perché le gare sono andate avanti tutto il giorno senza pausa.
Senza nulla togliere alla bravura degli arbitri, ci sembra però di dover segnalare una difformità elevata tra alcuni arbitri nella stessa competizione. Ad esempio Davide nel bastone ha ottenuto tutte votazioni tra 8.15 e 8.25, ma a causa di un unico 7.75, cioè 0,5 punti in meno, per soli 2 centesimi si è visto sfumare il meritato 3° posto. Quasi la stessa cosa per Marco che avrebbe potuto ottenere il 2° nelle mani nude.
Comunque tutti gli atleti di Imola si sono classificati tra i primi 8 in tutte le competizioni.
Alla fine delle gare, qualche minuto per “godersi” gli splenditi risultati ottenuti, poi una doccia e via si riparte per Imola.
Se si considera che tra sabato e domenica erano presenti oltre 400 atleti di oltre 40 società sportive da tutta Italia possiamo trarre una sola conclusione. Certamente il risultato di punta l’ha ottenuto Marco con il suo terzo posto, la cui medaglia è la ciliegina sulla torta. La vera vincente però è tutta la Scuola e Disciplina del kung-fu Imola i cui 4 atleti hanno tutti conseguito risultati strepitosi. Basti pensare che Francesca è al suo primo anno di pratica e Benedetta al secondo, ed entrambe alla loro prima competizione nazionale, e seconda in assoluto.
Ottimo lavoro quindi per il maestro Giovannini e per la sua Scuola, e un dovuto bravissimi a questi 4 atleti. Ricordiamo che la Scuola e Disciplina del kung-fu Imola si allena a Sasso Morelli.

Nella foto da sinistra: Benedetta con la spada,, Davide con la sciabola, Francesca a mani nude e Marco con il bastone.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2006
10 medaglie, in 5 ai nazionali
Ai regionali di kung-fu wu-shu di Zola Predosa, validi per la qualificazione ai campionati nazionali, c’erano 5 atleti della «Scuola e Disciplina del kungfu Imola», che si allena a Sasso Morelli. Nelle forme tradizionali questi soli 5 atleti hanno portato a casa ben 10 medaglie. Due ragazze all’esordio: Benedetta Riporesi tra i senior è salita sul gradino più alto del podio nella disciplina bastone e ha conquistato il secondo posto nelle mani nude. Francesca Venieri nella categoria mani nude speranze ha ottenuto un meraviglioso 2° posto. Nel maschile gareggiavano Andrea Lama, Marco Marani e Davide Giovannini, tutti nella categoria senior. Lama, febbricitante, ha conquistato due ottimi quarti posti nelle discipline mani nude e bastone. Marani ha ottenuto il primo posto nelle mani nude e nelle armi snodate, e il 3° posto nella sciabola e nel bastone. Giovannini ha ottenuto un ottimo 2° posto nella sciabola. La coppia Giovannini - Marani ha poi ottenuto il 1° posto nel combattimento prestabilito. La Scuola ha ottenuto il terzo posto assoluto e tutti gli atleti della Scuola di Imola si sono guadagnati la qualificazione alla fase Nazionale a Torino il 6 e 7 maggio.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2005
Un terzo posto da sogno per la Scuola di Imola
Sabato e domenica scorsa si sono svolti i campionati regionali Emilia Romagna 2005 a Nonantola (MO). Vi erano oltre 24 società partecipanti e fra queste anche la “Scuola e disciplina del kung-fu Imola” che ha ottenuto magnifici risultati. Infatti solo due erano gli atleti partecipanti, ma hanno vinto praticamente tutto ciò che potevano e in questo modo hanno fatto vincere la coppa per la terza migliore società.
Cavalieri Claude si è classificato al 1° posto nella categoria “Armi snodate”, al 2° posto nella categoria “forme a mani nude del sud” e il terzo nella categoria “bastone”. Giovannini Davide si è classificato al 2° posto nella categoria “sciabola”. La coppia Giovannini-Cavalieri ha ottenuto il 2° posto nel combattimento prestabilito. Tutto ciò nonostante una nuova regola introdotta solo sabato che ha penalizzato fortemente i due atleti. Con questi ottimi risultati la società guidata dal Maestro Giovannini, al suo solo secondo anno di vita, ha ottenuto il terzo migliore posto assoluto. C’è da ben sperare per gli anni a venire.

Nella foto: Giovannini (con la coppa in mano) e Cavalieri.
__________________________________________________________________________________
 

 
Campionati regionali 2004
La scuola di Sasso Morelli si fa notare!
14/03/2004_Sabato e domenica scorsa si sono svolti a Zola Predosa (BO) i campionati regionali di kung-fu. Sabato si sono svolte le gare di forme tradizionali, mentre domenica le gare di forme codificate. Le forme codificate sono le uniche che sono state ammesse alle olimpiadi e che vedremo già quest’anno in fase dimostrativa, e nel 2008 come competizioni ufficiali.
Tra i numerosi partecipanti alla gara c’era anche la neo-nata società “Scuola e disciplina del kung-fu Imola” che sia allena a Sasso Morelli. Splendido esordio per la società, anche se erano solamente due gli atleti partecipanti, che hanno ottenuto ottimi risultati. Sabato Cavalieri Claude ha ottenuto il secondo posto nelle forme a mani nude tradizionale, Giovannini Davide il terzo nella sciabola tradizionale e la coppia Giovannini-Cavalieri ha conquistato il primo posto nel combattimento prestabilito tradizionale. Domenica Giovannini ha inoltre ottenuto il secondo posto nella forma codificata a mani nude. Entrambi gli atleti si sono classificati per le fase nazionali che si svolgeranno rispettivamente in aprile a Imola per le forme tradizionale e in maggio a Milano per le forme codificate.
__________________________________________________________________________________
 
Campionati interregionali 2013
Sabato 25 e domenica 26 maggio 2013, si sono svolti a Finale Emilia i campionati Interregionali del nord Italia 2013 di kung-fu, denominati “trofeo della rinascita”, ai quali partecipava anche la Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini. Per la scuola gareggiavano Giovannini Mariachiara, Palladini Carlo, Lanza Luca, Loreti Lorenzo, Sandri Simone, Iuri Obuci e Fabio Sarro. La scuola complessivamente ha ottenuto nove primi posti, otto secondi posti un terzo posto, oltre a un quarto, un sesto e un settimo posto.

Quest’anno la Federazione Italiana wushu kung-fu ha accolto l’appello del CONI di organizzare in questo periodo qualcosa nelle zone che l’anno scorso hanno subito il terremoto che a fine maggio aveva colpito duramente l’Emilia. La Fiwuk nel suo piccolo ha cercato di andare anche un po’ oltre, devolvendo alle zone terremotate tutto il ricavato della competizione. Perciò i campionati interregionali sono stati denominati “trofeo della rinascita”. Inoltre, per contenere le spese e devolvere la quota maggiore possibile, invece delle medaglie sono stati stampati dei diplomi da dare agli atleti. Per questo motivo, per la ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola, che è andata sul podio con 23 persone, non si può formalmente parlare di incetta di medaglie, solo perché non sono state date.
Il campionato interregionale ha visto partecipare associazioni del Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige, oltre, ovviamente, all’Emilia Romagna. Il maestro Giovannini era certo dell’alto valore dei suoi allievi, e che questi avrebbero ottenuto ottimi risultati, ma poiché loro erano solo in 7 e gli atleti numerosissimi, non pensava che anche quest’anno la sua associazione sarebbe arrivata davanti a tutte le altre. Ma i suoi ragazzini hanno ottenuto risultati eccellenti, vincendo quasi tutte le categorie in cui parteciapavano.
Ha aperto la giornata di gare la piccola Mariachiara Giovannini, 7 anni, nella categoria mani nude pulcini, che ha subito portato a casa un primo posto, facendo così ben sperare per la giornata. Subito dopo, nella categoria mani nude bambini, Luca Lanza ha ottenuto il secondo posto, Lorenzo Loreti il sesto e Carlo Palladini il settimo. Luca e Lorenzo, nel bastone hanno successivamente ottenuto rispettivamente un secondo e un quarto posto.
Nella classe di età Juniores, Simone Sandri ha ottenuto un primo, un secondo e un terzo posto rispettivamente nelle categorie mani nude, arma lunga e arma corta.
In un altro tappeto di di gara di svolgevano le categorie dei più grandi. Tra i Seniores Fabio Sarro ha ottenuto due primi nelle categorie mani nude e arma corte e due secondi nell’arma lunga e nelle armi doppie. Nella classe Over, Iuri Obici ha ottenuto i risultati migliori, con tre ori nelle categorie mani nude, arma lunga, arma doppia e un argento, nell’arma corta. La coppia Obici Sarro ha poi ottenuto un altro primo posto nel combattimento prestabilito e infine nella gara a squadre Obici, Sarro, Sandri, Loreti e Lanza hanno nuovamente ottenuto un altro oro.
Con questi strepitosi risultati, la squadra di Giovannini ha ottenuto 133 punti staccando di quasi quaranta punti la seconda classificata e si è cosi guadagnata il titolo di campione interregionale.

__________________________________________________________________________________
 

 
Campione nazionale 2014
Sabato 24 e domenica 25 maggio si sono svolti a Pescara i campionati italiani assoluti di kung-fu di tutte le categorie, e fra queste il kung-fu tradizionale alla quale partecipavano ben 12 atleti della ASD Scuola e Disciplina del kung-fu Imola del maestro Davide Giovannini. I ragazzi hanno ottenuto un titolo di campione nazionale, tre secondi posti, cinque terzi posti oltre a due quarti, tre quinti, un sesto, due settimi, un ottavo e un nono.
Questi campionati sono partiti all’insegna dell’incertezza e degli accorpamenti di categoria per la Suola di Imola. Infatti inizialmente le discipline cui gli allievi di Giovannini partecipavano di gara dovevano svolgersi solo la domenica, ma pochi giorni prima della gara è stato spostato l’inizio al sabato. Cosa che non ha trovato impreparato né il maestro i garisti imolesi che hanno ottenuto strepitosi risultati. Inoltre la gara è stata particolarmente lunga per la presenza di un solo tappeto di gara.
Le gare sono iniziate sabato pomeriggio alle 14. I junior, senior e over partecipavano al campionato italiano assoluto, mentre i bambini e i cadetti, come da regolamento CONI, partecipavano al trofeo nazionale, che è stato il primo a svolgersi. La prima categoria a partire nelle discipline di kung fu tradizionale è stata quella dei cadetti, specialità forme a mani nude, dove Maddalena Ricci Lucchi ha ottenuto un ottimo quarto posto nel femminile, a soli due centesimi dal terso, mentre nel maschile Niccolò Tonin è il migliore della Scuola con un quinto posto, seguito a ruota da Matteo Broccoli sesto e Jacopo Foresti settimo. Subito dopo è seguita la competizione della stessa categoria, nella specialità bastone, dove Maddalena conquista una meravigliosa medaglia di bronz, sempre nel femminile, e nel maschile Matteo ottiene il settimo posto, Niccolò l’ottavo e Jacopo il nono.
Dopo i cadetti si sono svolte le competizioni della categoria bambini iniziando dalla specialità mani nude femminile nella quale la giovanissima Mariachiara Giovannini, la più piccola della squadra di Imola, ottiene il titolo di vice campionessa nazionale con uno splendido secondo posto, seguito da un altrettanto strepitoso terzo posto di Nadia Lo Sapio. Nadia ha poi partecipato anche alla disciplina de bastone ottenendo il titolo di vicecampionessa nazionale con un meraviglioso secondo posto. Nel maschile tra gli stili del sud della Cina, Luca Lanza ottiene il secondo posto, seguito dal terzo di Lorenzo Loreti e dal quinto del giovanissimo Alex Solani. Avendo però l’organizzazione accorpato la categoria con quella degli stili Shaolin, i tre ragazzi di Imola sono stati retrocessi di due posti, ottenendo rispettivamente il quarto, quinto e settimo posto. I ragazzi, con l’aiuto del maestro, hanno preso atto della cosa senza fare una piega e lo hanno poi dimostrato nel bastone dove Luca ottiene una splendida medaglia di bronzo e Lorenzo il quinto posto. In questo modo si è concluso il trofeo nazionale dei bambini e dei cadetti.
Quasi alla fine delle competizioni di sabato l’organizzazione e ha annunciato che le categorie junior, senior ed over si sarebbero svolte il giorno dopo, ma la Scuola di Giovannini non avrebbe potuto partecipare a causa dell’organizzazione interna che li vedeva presenti solo il sabato, lasciando i ragazzi con un gran amaro in bocca. Così il maestro si è fatto carico di questo e ha insistito a più riprese con la Federazione finché questa non ha accettato di far gareggiare almeno le discipline a mani nude la sera del sabato. È così che Simone Sandri ottiene il quarto posto nella categoria junior, mentre nella categoria senior Carlo Inturre, che pratica da un annetto, ha ottenuto una strepitosa medaglia di bronzo. L’ultima categoria dovevano essere gli over, in cui doveva partecipare Juri Obici. Questa categoria è stata tuttavia accorpata alla categoria senior. Questo non ha però spaventato l’atleta, che chiude in bellezza la giornata della Scuola di Giovannini, ottenendo il primo posto e il titolo di campione nazionale, nella doppia categoria, senior ed over, negli stili del sud della Cina. Questa conquista corona l’impegno di Juri ma anche di tutta la Scuola e dello stesso maestro Giovannini, contentissimo dei suoi allievi e dei risultati ottenuti, e fa dimenticare le mancate medaglie che avrebbero certamente conquistato Juri e Simone il giorno dopo rispettivamente nelle categorie coltelli e alabarda e nel combattimento prestabilito.
La Scuola chiude così questo anno di competizioni, e meglio non poteva festeggiare il 10° anniversario della fondazione.
 

Siti Web personalizzati di Euweb.it